Rizomatici

Le figure rappresentate sono concatenate le une alle altre, e formano così come una specie di rete. L’idea di concatenare molte immagini eterogenee fra loro è nata riflettendo sulle molteplici sollecitazioni visive a cui siamo soggetti quotidianamente. I soggetti rappresentati non hanno alcuna gerarchia di importanza e la composizione è in un certo senso in continua evoluzione e stimola l’osservatore a ricercare nuovi oggetti e personaggi che potrà a piacimento utilizzare per costruire la propria storia personale. Suggestioni che s’incontrano e si scontrano sulla tele, l’infinito e caotico magma della visione quotidiana, bombardate dai mass-media, si fonde con l’imperscrutabile percezione emotiva e con quella difficilmente definibile dell’inconscio umano. Elementi figurativi (visi, oggetti, personaggi) si legano armoniosamente ad immagini astratte, riuscendo così, anche grazie all’utilizzo di una tecnica pittorica innovativa, a cogliere e fissare attimi di vita quotidiana e scenari di vita interiore. I colori accesi e vivaci, talvolta stesi con pennellate corpose e materiche scandiscono il ritmo di questo racconto: che risulta a volte rapido e veloce, lento e misterioso, oppure intrigante e passionale.

"Fabula e intreccio" 2003 118 x 167 tecnica mista su tavola

Accovacciata 43X43 2006 tecnica mista su MDS

Gonna bianca 2006 90 x 90 tecnica mista su tela rimboccata

Centro di gravità 2004 100 x 100 tecnica mista su tela rimboccata 2

Con-fusioni 2006 120 x 80 tecnica mista su tela rimboccata

Cabaret 2001 46 x 46 acilico su tavola

Concatenazioni 2006 90 x 90 tecnica mista su tela rimboccata